Clinica dell’Auto, un progetto di ingegneria che ti regala la revisione

Che dite vi par poco? Il risparmio sulla manutenzione dell’auto ora è possibile, non solo, avrai anche la massima valorizzazione al momento della sua vendita.

Ci siamo mai soffermati a riflettere su quanto ci costa la nostra auto in un anno?

In media tra i 2.000 per chi non supera i 10mila chilometri annui ed i 5.500 Euro per chi arriva intorno ai 30mila km, considerando la manutenzione ordinaria, quella straordinaria ed il costo del carburante.

Spesso, una volta passato il momento di iniziale euforia per l’auto nuova, svanito il caratteristico “profumo di nuovo” dell’abitacolo che ci invade e sorprende ogni volta che saliamo a bordo, superato il flusso di emozioni di pelle e di cuore, la nostra auto torna ad essere quello che veramente è, uno strumento indispensabile per la nostra mobilità, per il nostro lavoro, per il tempo libero e quant’altro, spesso un “prolungamento” della nostra abitazione, un quasi-rifugio, un luogo sicuro.

Spesso dimentichiamo però che, come il corpo umano, che è pure una macchina, anche la nostra auto necessita di controlli periodici, interventi manutentivi, di routine, ma non solo. Esistono scadenze da rispettare, quali il rinnovo del bollo, la revisione periodica, i tagliandi, il cambio gomme, ecc. Scadenze che a tanti di noi, presi nel vortice della routine quotidiana, sfuggono, sì, perché si tralascia di annotarle, per semplice dimenticanza, per noncuranza. I dati parlano chiaro: la vita media di un’auto è di 350.000 km, ovvero 15 anni in condizioni di manutenzione adeguate.

Vale la pena prendersi cura del proprio veicolo, ed il progetto della Clinica dell’Auto lo farà al 200%.

Trascorsi i due anni canonici dall’acquisto, durante i quali, vigendo la garanzia, la casa costruttrice o chi per lei ci ha messi al riparo dalle nostre dimenticanze, programmando tagliandi, controlli e quant’altro, ecco che ci ritroviamo allo scoperto a gestire quello che a questo punto può apparire ai nostri occhi come “il problema auto”.

Bene, ora sarà possibile dimenticarlo: alla nostra auto penserà la “Clinica dell’Auto”.

Un piano sanitario completo per la nostra auto.

Si tratta di un servizio innovativo che si attiva allo scadere dei 24 mesi di copertura di garanzia fornita dalla casa costruttrice al momento dell’acquisto dell’automobile, pensato per tutelare il proprietario anche in vista di una possibile cessione del veicolo tramite certificazione di stato d’uso Certauto in grado di assicurarne la massima valorizzazione.

Il servizio è un vero e proprio progetto di ingegneria che prevede la presa in carico dell’automobile con le stesse modalità con cui una clinica si prende cura di un paziente.

Anzitutto sarà necessaria l’iscrizione al “servizio sanitario” tramite una tessera sanitaria personalizzata (o cartella clinica) che raccoglierà tutti i dati del nostro veicolo, e che sarà rilasciata al momento della prima visita, effettuata dal “Doctor Auto”.

Il “Doctor Auto” è una figura professionale specializzata e selezionata tramite esame di idoneità effettuato da un ente di certificazione terzo (Tecnostrada.it).

Le valutazioni effettuate per uno degli almeno 52 controlli dei veicolo saranno su cinque livelli; verranno segnalate anche le situazioni più a rischio e da monitorare. Il programma prevede sia un promemoria delle principali scadenze sia un piano di assistenza programmata che include tagliandi, cambi gomme, manutenzioni, revisione, assistenza soccorso stradale e gestione chiavi in mano dei servizi (ritiro auto).

Le imprese titolari di Partita Iva avranno il vantaggio di poter detrarre e dedurre tutti i costi di gestione dallo scadere della garanzia dell’auto (solitamente 2 anni) fino alla vendita del bene, compreso il carburante.

I controlli necessari per un check up completo sono gli stessi che vengono effettuati in fase di revisione del veicolo, in numero da 52 a 98, sia visivi che strumentali (operazioni di pre-revisione).

Sempre riguardo alle imprese non dobbiamo dimenticare che, in base alle norme per la sicurezza del lavoro, l’auto aziendale è considerata un’estensione del luogo di lavoro, pertanto è soggetta ai controlli di cui alla norma UNI EN ISO 39001. Anche la revisione periodica (primo comma art. 89 C.d.S.) viene effettuata al fine di verificare le condizioni di sicurezza dei veicoli per la circolazione con strumenti diagnostici specifici.

Anche i nuclei familiari avranno una tessera “Formula Famiglia”, mentre coloro che sono in possesso di Partita Iva potranno attivare la tessera “Formula Business”. Entrambe le formule prevedono il rilascio di una tessera (Sanitaria) al momento dell’iscrizione all’Associazione A.Mo-Test- Associazione Motor Test, associazione pro consumatori per la tutela dei diritti dei proprietari d’auto e moto nei confronti del sistema dell’autoriparazione.

Per la “Formula Famiglia” il costo di iscrizione sarà di Eu 20,00 annui, ed ad ogni componente del nucleo familiare (fino ad un massimo di 6 veicoli) sarà rilasciata la tessera che dà diritto ad un check-up gratuito ed al programma di manutenzione personalizzato, ad uno sconto del 10% su ogni servizio, inclusa la manodopera, effettuato da professionisti certificati (meccanici, elettrauto, carrozzieri, gommisti, concessionari, officine autorizzate, centri autofficina), revisione gratuita (se viene effettuato consumo di carburante per un minimo di 8.000 km/anno pari a 600 litri), rilascio della certificazione di stato d’uso Certauto per la migliore valorizzazione commerciale del bene sul mercato, ed un abbonamento gratuito alla rivista sulla sicurezza stradale IM-ISOMotori.

Per la “Formula Business” il costo di iscrizione sarà di Eu 40,00 annui (fino ad un massimo di 6 veicoli), con attivazione di “business card”, comprensiva di check-up gratuito, programma di manutenzione personalizzato, deducibilità totale di tutte le spese sostenute per il veicolo aziendale, promozione dell’impresa tramite metodologie WeSL, abbonamento ad una rivista mensile, possibilità di fidelizzare i propri clienti tramite gadgets dedicati.

In entrambi i casi la card per ottenere il recupero del costo carburante è una carta ricaricabile abbinata all’autoveicolo.

Si potranno tranquillamente “dimenticare” scadenze improrogabili quali bollo, patente, revisione, cambio gomme e quant’altro. Ve le ricorderà la Clinica dell’Auto, con una e-mail e un sms : un gran bel vantaggio per chi, e siamo in tanti, è sbadato! Tutto ciò che dovremo fare sarà ricordarci di “strisciare” la tessera magnetica ogni volta che faremo benzina presso tutti i distributori di benzina. Che dite, vi par poco?